WE ARE NOT NUMBERS

WE ARE NOT NUMBERS

Ogni giorno produciamo pensieri grazie ai quali vengono prodotte informazioni. Informazioni che vengono collezionate sotto forma di dati con i quali alimentiamo un ecosistema che ci permette di determinare la nostra realtà. quando ci troviamo di fronte ad enormi quantità di dati la rappresentazione visiva attraverso l’utilizzo di immagini, suoni, sistemi interattivi e elementi fisici ci facilita la comprensione e di conseguenza l’informazione diventa più leggibile.

We Are Not Numbers è un’ installazione cinetica ideata e progettata in anteprima per il festival La Cura presso i le serre dei giardini margherita a bologna.
L’idea alla base nasce dalla volontà di raccontare le emozioni espresse sui social network attraverso un nuovo canvas, uno schermo di pixel fisici. Utilizzando gli open data di human ecosystem (progetto di Salvatore Iaconesi e Oriana Persico ). Ogni 60 secondi l’installazione controlla le ultime interazioni sui social mappando 13 emozioni e riportandole attraverso un pattern esclusivo e generativo. Questa texture di 10x10px bianco/nero invia all’installazione i valori in scala di grigio su ogni singolo servomotore, il quale si posizionerà nella corrispondente posizione digitale relativa al valore di scala di grigio del pattern.

Sul retro del pannello di legno vi sono 7 adafruit 16-channel pwm/servo shield ai quali sono collegati i 100 servomotori che ruotando comporranno il nostro pattern. Le 7 schede Adafruit sono collegati ad un Arduino UNO che a sua volta si collega a 1 scheda ethernet shield connessa con il router lan. Al router è collegato inoltre il nostro pc linux ubuntu 16.04 lts che fa girare l’applicazione Unity 3D.

In occasione dell’INTERNET FESTIVAL tenutosi a Pisa il 6/9 Ottobre 2016 è stata realizzata una seconda versione customizzata. Mantenendo lo stesso paradigma del layout a pixel fisico, We Are Not Numbers II consiste nel visualizzare dei pattern visivi attraverso un’applicazione mobile Android dove gli utenti potranno disegnare il loro pattern. Le texture generate saranno visualizzate in tempo reale su uno schermo di pixel fisici in movimento. Questa texture di 10x10px bianco/nero invia all’installazione i valori in scala di grigio su ogni singolo servomotore, il quale si posizionerà nella corrispondente posizione digitale relativa al valore di scala di grigio del pattern.

The project is released as openSource on my GitHub page https://github.com/robertofazio/WeAreNotNumbers2 also a small quick tutorial.

Thanks to Enrico Viola and my IED students: Michel Collina and Jacopo Rosano.