RASPBERRY Pi

RASPBERRY Pi

Scoprire conoscere usare e amare RaspBerry.

RaspBerry Pi è il single-board computer che ha fatto più rumore sulla rete negli ultimi tempi. Grande come una carta di credito e dal costo irrisorio, ha scatenato la fantasia del mondo informatico che l’ha utilizzato per costruire super computer o più semplicemente per insegnare i primi rudimenti di pragrammazione ad un bambino.

Questo corso nasce con l’idea acquisire i primi rudimenti di embedded system e avvicinarsi al mondo Linux sfruttando una piattaforma compatta economica e dalle potenzialità ancora inesplorate.

DOCENTI

Paolo PasterisPaolo Pasteris è senior software engineer presso ST Microelectronics e insegnante all’Università degli studi di Milano . Durante gi studi universitari entra in contatto con il mondo dell’interaction desing e dal 2005 collabora con fortebraccio teatro alla realizzazione di Ubu incatenato, dove teatro, CG, motion capture si ammalgamano intorno al testo di Jarry. Negli anni si alternano altri lavori con nITro ( Tecnoprimitivo ) e con associazione Dn@ ( Moonlanding ). Nel 2009-10 è docente di Realtà Virtuale presso l’Università degli studi di Milano. Infine dal 2011 lavora all’interno dell’R&D di ST Microelectronics occupandosi di visione stereoscopica, structure from motion, visual search e augmented reality. Dal 2012 collabora con lo studio Roberto Fazio come docente, creative coder e interaction designer, con l’intento di sperimentare nuove soluzioni volte alla realizzazione di progetti artistici e professionali innovativi.

PROGRAMMA

INTRODUZIONE A RASPBERRY
Sabato 17 Novembre (09.30-18.30)
Raspeberry Pi, il progetto.
Architettura, cosa lo differenzia da un pc.
Setup della board.
Controllo remoto ssh e vnc.
Sistema operativo: Linux primi passi e comandi.
PREREQUISITI

È gradita seppur non necessaria una precedente esperienza con un qualsiasi linguaggio di programmazione o scripting. Non è richiesto alcun prerequisito tecnico, solo voglia di sperimentare e curiosità.

E’ necessario portarsi un notebook, un cavo di rete, un cavo di alimentazione micro USB e una SD card almeno da 4GB.